Intervista a Simone Bertagnon, premio 1% Padova

Osate !

Le parole che abbiamo raccolto risuonano come una “soluzione” fin troppo banale, tuttavia noi continuiamo a ripetere “Nulla é più invisibile dell’ovvio”  e il messaggio che ci portiamo a casa dalle due edizioni del Convegno dei Promotori del Ben-Essere di quest’anno é sintetizzato dalla parola: OSARE. 

Un osare consapevole in equilibrio tra “sogno e realtà”, tra ciò che auspichiamo e ciò che é realizzabile da noi nel qui ed ora. 

Un osare che non é solo fare ma anche sentire di poter fare, ancora un equilibrio volto ad integrare l’entusiasmo della giovinezza con la saggezza della maturità e che non deve dimenticare il coinvolgimento e la soddisfazione per quello che si fa.

Tutto questo é stato per noi il Convegno del 2013 che potrete rivivere nei video che da oggi e per i prossimi giorni pubblicheremo sulla nostra pagina facebook 1% in più che fa la differenza nella speranza di coinvolgervi in un cambio di paradigma per realizzare una “nuova economia”. Ma questa é un’altra storia di cui vi parleremo.

Buona visione, e …osate !

Se hai un sogno…

“Quando sei ispirato da un grande proposito, da qualche progetto straordinario, tutti  i tuoi pensieri oltrepassano i loro confini. La tua mente trascende le limitazioni, la coscienza si espande in ogni direzione e ti ritrovi in nuovo, grande mondo meraviglioso. Le forze, le facoltà e i talenti addormentati si ridestano, ed ecco che diventi una persona molto, molto più grande di quel che avevi osato sognare”. (Pantanjali I-III sec. A.C.)

Penso che ognuno di noi, almeno una volta nella propria vita, abbia vissuto questaesperienza di “flow”, di immersione totale, di energia in movimento che confluisce.

Mancano 6 giorni all’evento di Bari, saranno giornate intense che ci vedranno impegnati quotidianamente su più fronti (telefonate, passaparola, inviti, ultime decisioni, newsletters, comunicati stampa, ecc.) e che proveremo a gestire con la giusta lucidità con l’obiettivo di fare e di dare il massimo ognuno per quello che può.

Il Premio 1% in più che fa la differenza, come abbiamo raccontato più volte, rappresenta il nostro contributo a promuovere la cultura della centralità della persona che quest’anno abbiamo voluto esprimere con il titolo: MAKE A DIFFERENCE sottolineandolo con: Le persone sono l’unico “strumento” per innovare e creare. 

 Di qui la scelta di far raccontare storie che volutamente spaziano dal mondo del lavoro, dell’impresa, a quello dell’impegno sociale, della vita. Non esistono storie migliori di altre, esistono persone che con il loro fare quotidiano si impegnano a realizzare i loro progetti.

Questa é l’essenza del premio 1% in più che fa la differenza, piccoli passi, ogni giorno, consapevoli della fatica, fiduciosi nonostante a volte la realtà delle cose sembra remarci contro.  La realtà esiste e non va negata, ma esitiamo anche noi con i nostri “talenti” che a volte lasciamo addormentati.

 “Se vuoi qualcosa vai e prendila!” una frase che può sembra banale e semplicisticamente ottimistica, “ovvia”, eppure é questo il filo rosso che unisce le storie che raccontiamo da 2 anni. Persone diverse, in ambiti diversi, che hanno osato e con un azione, non necessariamente eclatante, hanno deciso di fare quel “piccolo e banale passo” che a volte sembra impossibile nella direzione del proprio sogno.

Federica Cardia, Premio 1%

Un work in progress! …e a dimostrare che viviamo ciò di cui parliamo ecco una prova tangibile della nostra passione e di quanto raccontavamo nel precedente articolo : Federica Cardia la nostra ultima amica 1% che si va ad aggiungere agli ospiti di Bari.

Galeotto, come leggerete nella scheda un articolo di una rivista, ed una chat nata casualmente e poiché crediamo che nulla accada invano, ecco la decisione di arricchire la giornata con un ultimo ospite che ci aiuterà a diffondere il messaggio: 1% in più che fa la differenza. A presto, Sabato 18 Maggio c/o The Hub Fiera del Levante

Make a difference!

Ci siamo, mancano solo 13 giorni, e ci incontreremo a Bari, per l’edizione pugliese del premio 1% in più che fa la differenza.

Sembra ieri quando decidemmo di fare la nostra parte organizzando il nostro 1° evento per la promozione del ben.essere. Per l’occasione volammo a Barcellona per invitare direttamente lo scrittore Borja Vilaseca, volevamo al fianco dei premiati italiani un’ospite particolare, qualcuno che come loro “praticasse” il tema che avevamo scelto per l’evento: La centralità della persona.

Una sfida! Persino la casa editrice Vallardi, ci chiese come fossimo riusciti nell’impresa di portare Borja in Italia; lo scrittore spagnolo, spesso in giro per il mondo, seleziona con cura i propri impegni e quando leggiamo nel suo curriculum “Vincitore del premio 1% in più che fa la differenza”, oggi proviamo una grande soddisfazione.

Nonostante le difficoltà del momento, abbiamo alzato l’asticella di quel 1% in più, perché  crediamo che I valori vadano soprattutto praticati; per questo coerentemente al messaggio dell’evento di quest’anno: “Make a difference!” abbiamo deciso di raddoppiare e di aggiungere all’impegno di Padova anche quello di Bari. Un’altra sfida che abbiamo potuto sostenere grazie a tanti amici (i nostri partenrs) che con il loro contributo ci hanno permesso di fare un altro piccolo passo verso la promozione del ben.essere a cui ambiamo. Di qui il nostro sentito grazie a loro e a quanti hanno sostenuto e sostengono le nostre iniziative.

Ma veniamo al programma dell’evento, così come per Padova, anche a Bari, abbiamo scelto di non avere un’ospite d’onore ma di raccontare storie che possano fungere da cassa di risonanza e rappresentare un messaggio di fiducia e di speranza di cui vogliamo, insieme a loro, farci portavoce. Cinque storie accomunate da alcune parole: Coraggio, Fiducia, Innovazione, Responsabilità, Credere in se stessi, Osare.

Organizzare annualmente momenti come quelli di Padova e di Bari, anche in altre zone di Italia, é il nostro desiderio per fare arrivare a quante più persone possibili l’entusiasmo che é dentro la frase: Le persone sono l’unico “strumento” per innovare e creare.

Forse utilizziamo il termine Convegno in modo improprio  il premio 1% in più che fa la differenza é un momento di festa che vorremmo condividere con quanti come noi credono realmente nella centralità della persona. Vi aspettiamo numerosi.